Associazione di volontariato ” La Grotta di Guizzo Azzurro” Onlus

foto Pina.jpg

Associazione ” La Grotta di Guizzo Azzurro” Onlus

La Grotta di Guizzo Azzurro Onlus è un’associazione senza scopo di lucro i cui obiettivi principali mirano alla promozione di iniziative di solidarietà sociale e di sostegno ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie, attuando interventi specialistici e qualificati (sotto il profilo educativo, sociale, culturale, etico, fisico e psicologico), a favore di genitori, insegnanti e operatori sociali e per il rispetto della natura.

 

 Iscritta all’ Albo Regionale  dei soggetti abilitati, autorizzati e/o accreditati a partecipare al sistema integrato di interventi e servizi sociale n. PG/2011/31278 del 17/01/2011 – sezione A n. cod. NAA0120.

 Iscrizione Albo Regionale n. 916 – posto 1341 del 24/11/2009

 Guizzo Azzurro era un pesciolino iperattivo che non riusciva a cogliere le bellezze del mare a causa della sua iperattività. Un giorno si trovò a pensare a quella volta in cui la corrente dell’ acqua era lenta  e tranquilla e alla conseguente sensazione di rilassamento che aveva provato. Mentre ricordava notò che la sua pinna caudale rallentava il movimento e così facendo rallentò definitivamente la sua continua corsa e cominciò a scoprire le meraviglie del mare”. (Metafore terapeutiche per bambini –ASTROLABIO)
Questa metafora ed altre sono servite ad aiutare una scolaresca un po’ particolare, con molti soggetti iperattivi al suo interno e, quasi tutti, irrispettosi, proprio allergici alle regole di civile convivenza.
E’ stato un duro lavoro che ha visto il coinvolgimento delle famiglie e delle altre istituzioni territoriali, e che ha rafforzato in me la convinzione che per migliorare il tessuto sociale delle nostre zone occorre una giusta interazione tra scuola , famiglia , servizi sociali, ecc…
Sulla scuola si è sempre investito e si continua ad investire poco per l’ errata convinzione che non produce. Sbagliato : la scuola, la famiglia e le altre istituzioni possono produrre un tessuto sociale sano , basato sul rispetto delle regole di civile convivenza , con benefiche ricadute per tutti, anche economiche.
Ho deciso, perciò, di attivarmi con altre modalità, attraverso un’ associazione , per diffondere i risultati delle mie esperienze e sensibilizzare, girando per le scuole dell’ infanzia e primarie e presso altre associazioni, i soggetti coinvolti nel sistema educativo . L’attuale periodo storico fa rilevare un degrado socioculturale che ha fatto perdere completamente di vista i valori essenziali della civile convivenza e in modo particolare nelle nostre bellissime ed amate zone. Queste zone di cui tutti noi continuiamo ad essere innamorati senza mai stancarci di osservarne la bellezza, una bellezza offuscata, purtroppo, giorno dopo giorno, dal nostro mancato senso di appartenenza.

Se le nostre bellezze naturali che ci invidiano in ogni parte del mondo versano nel degrado è colpa di noi tutti e del declino dei valori morali e civili che stiamo vivendo.Sono i piccoli attentati al vivere civile a distruggere il nostro stesso diritto di cittadinanza. Sono le piccole infrazioni che permettono alle grandi di affermarsi, (come afferma Gennaro Matino sul Mattino) perché proprio quelle piccole incancrenite mancanze di rispetto per l’ altro determinano e alimentano sempre più quella mentalità strafottente che rende qui , più che altrove, l’ interesse privato decisamente e sproporzionatamente più importante dei valori comuni da condividere. L’ etica pubblica nasce dal senso di solidarietà che ritiene primariamente giusto non solo ciò che mi conviene, ma ciò che non offende alla base il rapporto con gli altri. Purtroppo non riusciamo a scrollarci di dosso una diffusa mentalità che fa diventare norma l’ infrazione e che porta a consolidare nel tempo la prepotenza come sistema di vita difficile da estirpare. Chi è allora il cittadino onesto , quello che si fa i fatti suoi rassegnato per non avere fastidi?
Chi è il cittadino attivo? Quello che paga le tasse o quello che lotta per costruire un destino diverso alla propria città e garantire un destino diverso ai propri figli?
Non possiamo continuare a tradire la via della legalità che è la sola che può a lungo termine garantirci la costruzione di un tessuto sociale sano e veramente civile.
La Pace e la Legalità vanno costruite da scuola e famiglia insieme e dalle altre pubbliche istituzioni, collaborando in completa fiducia e armonia, avviando tale collaborazione sin dalla scuola dell’ infanzia: la LEGALITA’ sarà ben chiara e radicata in noi se sin da piccolissimi ci impegneremo a rispettare le più semplici regole di civile convivenza , perché chi rispetta le regole è una persona libera che conosce i limiti della sua libertà e sa vivere nel rispetto degli altri, senza far male ad alcuno. Solo in tale direzione si può sperare di costruire un tessuto sociale sano, formato da individui responsabili, competenti e veri artefici diPACE. Legalità significa rispettare le regole sempre e in ogni momento della vita.
L’ associazione Guizzo Azzurro è nata per favorire una cultura del rispetto delle regole di civile convivenza in quanto senza tale cultura non c’è rispetto per ogni individualità e, quindi , non c’è PACE. L’obiettivo principale è quello di sensibilizzare gli educatori tutti e le istituzioni preposte a creare una rete d’ interventi a favore degli individui in formazione soprattutto nelle prime fasce dell’ età evolutiva .

I nostri obiettivi sono:
Promuovere iniziative di solidarietà sociale e di sostegno ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie (sotto il profilo educativo , sociale, culturale, etico, fisico e psicologico, offrendo collaborazione e interventi specialistici qualificati).
Attuare interventi psico-educativi a favore di genitori , insegnanti , operatori sociali.
Promuovere iniziative per l’ acquisizione di un comportamento rispettoso delle regole di civile convivenza in ogni sua espressione (rispetto per ogni persona umana senza distinzione di sesso , razza , cultura e religione; rispetto per l’ ambiente quale fonte di vita per l’ umanità; rispetto per le leggi dello Stato quali indispensabile fonte di vita comunitaria fondata sulla giustizia e sulla pace).
Partendo dalla rilevazione dei bisogni formativi della comunità, progettare ed attuare seminari, corsi di formazione, incontri di ascolto, servizi e ogni altra iniziativa che possa risolvere problematiche altrimenti compromettenti per la formazione di un tessuto sociale sano;
Sostenere le autorità competenti sollecitando e proponendo soluzioni idonee e necessarie alla risoluzione delle problematiche educative e familiari del momento;
Aiutare i bambini diversamente abili e le loro famiglie, favorendo percorsi di integrazione nella vita sociale e sollecitando le autorità a rimuovere le eventuali barriere architettoniche.
Disseminazione dei risultati e diffusione delle buone prassi.
Intervenire sulle condizioni di disagio sociale attraverso interventi specifici basati sui bisogni previamente rilevati.
Far riflettere sulle modalità di “ relazione” e il conseguente equilibrio relazionale
Far riflettere sulle proprie modalità di civile convivenza e promuovere una cultura della legalità e della giustizia fra i popoli.
Promuovere una cultura pacifista e in grado di cogliere il vero significato della libertà.
Diffondere una cultura ambientalista a favore della natura e di ogni essere vivente.
Diffondere una cultura della salute e delle medicine alternative.

Intervenire sulle condizioni di disagio sociale attraverso interventi specifici basati sui bisogni previamente rilevati.
Far riflettere sulle modalità di “ relazione” e il conseguente equilibrio relazionale
Far riflettere sulle proprie modalità di civile convivenza e promuovere una cultura della legalità e della giustizia fra i popoli.
Promuovere una cultura pacifista e in grado di cogliere il vero significato della libertà.
Diffondere una cultura ambientalista a favore della natura e di ogni essere vivente.
Diffondere una cultura della salute e delle medicine alternative.
FINALITÀ

Intervenire sulle condizioni di disagio sociale attraverso interventi specifici basati sui bisogni previamente rilevati.
Far riflettere sulle modalità di “ relazione” e il conseguente equilibrio relazionale
Far riflettere sulle proprie modalità di civile convivenza e promuovere una cultura della legalità e della giustizia fra i popoli.
Promuovere una cultura pacifista e in grado di cogliere il vero significato della libertà.
Diffondere una cultura ambientalista a favore della natura e di ogni essere vivente.
Diffondere una cultura della salute e delle medicine alternative.

La speranza non è ottimismo.
La speranza non è la convinzione
che ciò che stiamo facendo avrà successo.
La speranza è la certezza
che ciò che stiamo facendo ha un significato
che abbia successo o meno.
Vaclav Havel
Non dobbiamo mobilitarci solo “contro”,
ma soprattutto “per”.
Non solo sconfiggere,
ma anche costruire qualcosa
che sia un bene comune per tutti noi
e per il cittadino del futuro

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso , di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. ( Art. 03 della Carta Costituzionale Italiana)

L ‘ educazione alla convivenza democratica e al conseguente rispetto delle regole, comincia dalla scuola e dalla famiglia”.
( Consiglio n° 02 dai ” Nove consigli scomodi al cittadino che vuole combattere la mafia”)

“ Impariamo a fare fino in fondo il nostro dovere; impariamo a rivendicare i nostri diritti, a non mendicarli come favori”. (Consiglio n° 01 dai ” Nove consigli scomodi al cittadino che vuole combattere la mafia”)

La sola condizione perché il male trionfi è che gli uomini buoni non facciano nulla”.
(Dal film “Il giovane Hitler “)

“ Quello che puoi fare è solo una goccia nell’oceano, ma è ciò che dà significato alla tua vita”
( Albert Schweitzer)

LAVORIAMO PER LA NOSTRA CITTA’ ! SOSTIENICI !

 

 

Iscriviti e Aiuta  “La grotta di guizzo azzurro onlus” con il tuo contributo a lavorare per la prevenzione del disagio sociale, lo sviluppo della legalità e il rispetto dell’ ambiente. dona il tuo 5 x 1000 scrivendo il CF:92030810631

Puoi sostenere l’ Associazione con piccoli versamenti sul conto intestato a:

“ La Grotta di Guizzo Azzurro”

 

IBAN: IT70R0101067684510204358042

Terzigno —Corso A. Volta 343– e-mail guizzo.azzurro@alice.ithttp://guizzoazzurro.wikispaces.com/

www.guizzoazzurro.com

Tel. e FAX 081/5299144
CF :92030810631
Cell. 3334041553
3383507679

VIENI A TESSERARTI PER IL 2011

Pina Casillo vi invita a sostenere l’ Associazione con le vostre iscrizioni. Insieme moglioreremo la qualità della nostra vita nel nostro paese. Vi aspetto!

Dott. Valeria Cioffi
PSICOLOGA
presso Guizzo Azzurro
Dottore di ricerca

Puoi contattare la Dott.ssa presso l’ Associazione o al n. 3331685530

Associazione di volontariato ” La Grotta di Guizzo Azzurro” Onlusultima modifica: 2009-12-13T22:47:00+01:00da guizzoazz
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento